Postagens

LA BALALAIKA

Imagem
La balalaika è uno strumento musicale di origini russe. È un liuto con cassa a forma triangolare e possiede tre corde (o tre raddoppiate) che vengono fatte vibrare con le dita o un plettro: si tratta perciò di un cordofono a corde pizzicate. Esistono cinque tipi di balalaika, a seconda di come sono accordate le relative corde, con diverse dimensioni.

Questo strumento deriva da uno molto simile, la domra, che aveva inizialmente solo due corde e che pare fosse stato introdotto dai Mongoli in Russia nel XIII secolo.



Il suo nome deriva dalla radice del verbo 'balovat' che significa divertire, scherzare; appare per la prima volta all'inizio del Settecento in alcuni documenti in lingua Ucraina e successivamente il termine si è diffuso in tutta la Russia.
Le sue caratteristiche principali sono: cassa armonica triangolare con retro prismatico composto da sei doghe in legno, manico con barrette metalliche, 3 o sei corde (doppia corda).

La caratteristica costante delle corde è che …

IL SILENZIO

Imagem
Day is done, gone the sun                                       From the lakes, from the hills, from the sky       All is well, safely rest                                                God is nigh                                                                  Fading light dims the sight                                     And a star gems the sky, gleaming bright          From afar, drawing near                                                                                                                                                                                Falls the night                                                             Thanks and praise for our days                               Neath the sun, neath the stars, neath the sky     As we go, this we know                                             God is nigh   
Il giorno è terminato, il sole è calato                                                            Dai laghi, dalle colline e dal cieloTutto va bene, ripo…

LA FANFARA

Imagem
Le fanfare sono delle formazioni bandistiche da parata composte esclusivamente da ottoni (come la celebre Fanfara dei Bersaglieri). Esse hanno uno repertorio prettamente da marcia militare.

Una sua variante moderna è la powerbrass, formazione bandistica composta esclusivamente da ottoni e percussioni. È una derivazione delle formazioni di carnevale Svizzere dette "Guggenmusik". Formazione composta in linea di massima da: 4-6 bassi tuba o susafoni, 10 tromboni a coulisse se suddivisi in 3 voci, 10 trombe anch'esse suddivise in 3 voci, 4-6 flicorni baritoni.

Per quanto riguarda le percussioni la formazione-tipo è composta da 4-6 grancasse, 4-6 batterie e possono esserci anche dei percussionisti con piccoli strumenti vari.

Le particolarità di questi gruppi sono che al momento sono limitate alla Svizzera ed alla Germania, il repertorio è tratto dalla musica moderna e pop-rock dagli anni '70 in avanti. I brani in genere sono arrangiati dai direttori stessi (non vi sono a…

PALME E BANANI

Imagem
I filari di palme che spuntano in piazza Duomo nasce dall’idea di Marco Bay, l’architetto milanese che ha già firmato il giardino per lo spazio museale dell’Hangar Bicocca e della «Serenissima» in via Turati. Sponsor è Starbucks, che aprirà il primo negozio d’Italia a Milano, in piazza Cordusio, nel 2018.
Le nuove aiuole — le palme arrivano da vivai comaschi — sono state scelte con l’idea di «rinfrescare» una tradizione di fine Ottocento. Le palme non sono del tutto straniere in città, oggi se ne contano 131 esemplari nei parchi pubblici. Le nuove aiuole con palme, banani e ibiscus, potrebbero sembrare un progetto ardito ma non del tutto incoerente con la tradizione milanese. Infine lo sponsor garantirà una manutenzione impeccabile, cosa non semplice in un’aiuola che, a causa dei sottoservizi presenti, è dotata di uno strato molto sottile di terra.
Le palme, basse, decorative, sono presenti nelle vedute storiche di inizio Novecento, sono la concezione dei giardini Liberty.

Una tempe…

LA MADONNA DEL PETROLIO

Imagem
Le Madonne del petrolio sono le signore che amano portare addosso un gran numero di gioielli, come fossero statue della Madonna che i fedeli ringraziano con ex voto a perpetua testimonianza di grazie ricevute.




Un tempo non esisteva l’energia elettrica e i devoti lasciavano ai piedi della statua della Madonna — oltre ai gioielli, per grazia ricevuta — una lampada votiva alimentata a... petrolio.





Abbiamo creato un SITOper Leggere Le ImagoPoni una Domandae Premi il Bottone ilSito Scegliera' una Risposta a RandomTra le Carte che Compongono il MazzoBUON DIVERTIMENTOgratis
PER TABLET E PC

LE IMAGO
.
 ANCHE

PER CELLULARE


NON SI SCARICA NIENTE
TUTTO GRATIS


DOMANDA CLIKhttp://www.mundimago.org/app.html E RISPOSTA

FAI VOLARE LA FANTASIA 
NON FARTI RUBARE IL TEMPO
 I TUOI SOGNI DIVENTANO REALTA'
 OGNI DESIDERIO SARA' REALIZZATO 
IL TUO FUTURO E' ADESSO .
MUNDIMAGO
http://www.mundimago.org/.

.

LA LINGUA DELLA CODA

Imagem
La coda è il principale mezzo di comunicazione del cane. Ma non sempre i cani quando scodinzolano sono contenti.
Da una ricerca emerge che il linguaggio della coda dei cani è ben più complesso di quel che crediamo. Per capire l’umore del vostro amico a quattro zampe dovete infatti prestare attenzione alla direzione del suo scodinzolio. In pratica, secondo lo studio, se Fido muove la coda verso destra è in buona, se la muove verso sinistra è meglio stargli alla larga perché sta avvertendo una situazione di pericolo.

Per interpretare il complesso linguaggio dello scodinzolio i ricercatori hanno preso a campione trenta cani di entrambi i sessi. Ai cani, collocati in piccoli box, sono stati presentati di fronte di volta in volta il proprio padrone, uno sconosciuto, un gatto e un cane dominante di grossa taglia. Ogni volta una telecamera riprendeva i movimenti della coda, attestandone la velocità di movimento e, soprattutto, l’orientamento. Quando vedevano il padrone i cani scodinzolavano…

NATALE NEL MONDO

Imagem
Le feste di Natale in Alaska iniziano appena dopo il Ringraziamento e terminano con le famiglie che ballano per le strade e che si godono lo spirito di festa. I bambini portano le  tradizionali stelle di Natale in processione per le strade e vanno in visita di casa in casa dove vengono serviti dolci e prodotti tradizionali di Natale: biscotti, caramelle, ciambelle , salmone affumicato.

Le celebrazioni in Francia cominciano il 5 dicembre con San Nicola, ma il momento più importante è quello della vigilia di Natale. Le campane delle chiese e le voci dei cori intonano canti francesi chiamati “Noels”. Il giorno di Natale le famiglie vanno in Chiesa e godono poi di una festa ricca di piatti succulenti che terminano con il tradizionale “Buche de Noel”, una crema di burro glassata e a forma di torta.

I tedeschi si preparano al Natale durante tutto il freddo dicembre. Già quattro domeniche prima di Natale usano fare una “corona di Avvento” fatta di rami di abete o di pino con quattro candele…