Future Cities : trasformare i nostri spazi urbani. Artisti, fotografi, architetti e designer





 Future Cities - Pianificazione per il 90 PER CENTO

.

Future Cities - Pianificazione per il 90 PER CENTO è un invito aperto a presentare progetti visivi con qualsiasi mezzo in grado di trasformare i nostri spazi urbani. Artisti, fotografi, architetti e designer sono invitati a riflettere su problemi che devono affrontare le persone in spazi pubblici e privati ​​di tutto il mondo, quali l'edilizia, trasporti, ambiente, tempo libero, il sovraffollamento, proponendo a basso costo, soluzioni a basso contenuto tecnologico per migliorare le condizioni e la comprensione.


In 40 anni di tempo, sette del mondo nove miliardi di abitanti vivranno in città. Quasi la metà vivrà in non-formale alloggio. La necessità di migliorare il metabolismo della metropoli, progettando per le condizioni e gli ambienti che sono sempre state considerate situazioni di emergenza è ormai urgente e necessario.
PIANIFICAZIONE PER IL 90 PER CENTO è un invito a dare un'occhiata più a fondo la città reale, ovunque ci si trovi, rendendo il tempo di pensare ai miglioramenti molto importanti che possono essere fatte da soluzioni creative e premuroso ai problemi quotidiani.


Dieci progetti saranno selezionati per la mostra durante la prossima XIII Biennale di Architettura a Venezia:
Anna Detheridge, Presidente di Connecting Cultures, agenzia di ricerca, Milano.
Joseph Grima, architetto, direttore della rivista Domus.
Richard Ingersoll, docente di Architettura presso la Syracuse University, Firenze.
Fulvio Irace, architetto, professore di Storia dell'Architettura Moderna, Milano.
Mary Jane Jacob, direttore artistico dei programmi pubblici e direttore degli studi Exhibition presso la School of the Art Institute di Chicago.
Pianificazione per il 90 per cento è un invito aperto a progetti ideati e curato da Connecting Cultures ed è una collaborazione tra Connecting Cultures e Celeste Network Primo Premio FUTURE CITTA '.
Durante il 'Pianificazione per il 90 per cento' la mostra una tavola rotonda internazionale sarà organizzato con la partecipazione di artisti, architetti, designer e urbanisti.




TEMA
Concorso di idee aperto alla progettazione relativi professionisti, artisti e non-professionisti, team multidisciplinari a basso costo, a basso contenuto tecnologico interventi progettati per affrontare le criticità in materia di spazio pubblico e delle infrastrutture in contesti specifici.
OBIETTIVO DEL PREMIO
Il concorso è stato progettato per dare visibilità a "architettura decente", per micro-interventi urbani in ogni città del mondo progettato per rispondere ad un bisogno o esplicita domanda di una popolazione o di comunità, sia nelle zone più povere delle città occidentali, o in baraccopoli di Africa, Asia o America Latina. I candidati sono tenuti a selezionare una particolare questione locale o un problema a cui basso costo, a basso contenuto tecnologico sono le risposte del caso attraverso micro-interventi urbani per la riqualificazione dello spazio pubblico.
Il progetto può riguardare uno o più delle seguenti esigenze:
- Pratici problemi quotidiani di sopravvivenza e sanitari o
- La rimozione delle barriere fisiche, sociali o simbolici
- La mobilità e la comunicazione in tutta la città
- Opportunità per l'inclusione sociale / educativo o di aggregazione a livello locale
- La riappropriazione dei collegamenti pubblici a favore di nuovi spazi e nuovi usi
- Le idee innovative nel reinterpretare lo spazio pubblico come luogo
- I problemi che limitano la qualità della vita degli abitanti di una determinata area
I progetti possono essere presentati in forma di installazioni che utilizzano tutti i mezzi come la fotografia, video, altri mezzi di comunicazione, materiali documentari, servizi per la città, progetti di comunicazione urbana, arredo urbano.
Criteri di valutazione
- Impatto comunitario: il progetto dovrebbe promuovere una attiva e aperta processo comunitario di progettazione che coinvolgere le persone e collaborare con gli stakeholder locali.
- Sostenibilità economica: il progetto presentato deve essere sostenibile dal punto di vista dell'economia locale e proporre soluzioni creative a basso budget di materiale.
- Qualità del design: soluzioni innovative che favoriscono nuove connessioni, nuovi usi, la promozione dei diritti umani fondamentali, la dignità e l'inclusione sociale.
Chi può presentare?
Future Cities è una chiamata internazionale per progetti, in cui artisti, designer, architetti, urbanisti, fotografi e team multidisciplinari da qualsiasi parte del mondo possono partecipare senza limiti di età, sesso o professione.


I progetti saranno presentati nella Magazzini del Sale - Punta della Dogana, Venezia, dal 27 agosto al 1 settembre 2012 nel corso della XIII Biennale di Architettura di Venezia.



Opere presentate fino ad oggi



Presentare








 .
. . . . .

Comentários

Postagens mais visitadas deste blog

LA CORRIDA

Le feste di COMPLEANNO nel MONDO

CORPI DIPINTI: Vajazzling : Vagine Decorate con gli Swarovski