LA RUOTA PANORAMICA



La prima ruota panoramica venne realizzata a Chicago nel 1893 grazie al progetto dell'ingegnere statunitense George Ferris, da cui il nome "Ferris wheel" usato per indicare tale struttura nei paesi di lingua inglese. Fu costruita in occasione della Columbian Exposition che si tenne in quell'anno a Chicago. Era alta 80 metri ed era dotata di 36 cabine, ciascuna con 60 posti (di cui 40 a sedere), per cui poteva trasportare ben 2160 persone. Nel 1904 venne smontata e poi ricostruita a St. Louis per l'esposizione universale di tale città. Fu demolita nel 1906.

George Washington Gale Ferris Junior nacque il 14 febbraio del 1859 a Galesburg, nell’Illinois. Quando aveva cinque anni si trasferì con i genitori e il fratello nel Nevada, dove visse per un paio di anni. A 16 anni entrò nell’Accademia militare della California a Oakland e successivamente si laureò presso il Rensselaer Polytechnic Institute, università specializzata in campo scientifico e tecnologico di Troy nello Stato di New York. A partire dagli anni Ottanta dell’Ottocento, Ferris lavorò per l’industria ferroviaria, ancora in rapida espansione, specializzandosi nella progettazione dei ponti.
Nei primi anni Novanta dell’Ottocento, Ferris raggiunse Chicago per partecipare a un bando, indetto dagli organizzatori della Fiera Mondiale Colombiana, in vista della sua apertura al pubblico nel 1893. La fiera, tra le altre cose, voleva celebrare i quattro secoli dalla scoperta dell’America, e per questo fu richiesto a progettisti e inventori di ideare un grande monumento, che superasse per dimensioni la Torre Eiffel, costruita in occasione dell’Esposizione Internazionale di Parigi del 1889. Gli organizzatori volevano proposte per la costruzione di qualcosa di originale, unico e ardito.

George Ferris propose di costruire un’enorme ruota, dalla cui sommità fosse possibile vedere tutti i padiglioni della Fiera. I progetti incuriosirono gli organizzatori, che sollevarono però numerose perplessità sulla sicurezza di una simile costruzione. Ferris si prese qualche settimana di tempo per ottenere il sostegno da diversi rispettabili ingegneri d’America. In molti trovarono la sua idea geniale e realizzabile, cosa che convinse infine gli organizzatori ad approvare il progetto. Ferris aveva anche trovato alcuni finanziatori locali per coprire il costo della costruzione, stimato intorno ai 400mila dollari. Per gli organizzatori era un’importante occasione per avere qualche risorsa economica in più, ed evitare che la Fiera fosse in perdita.
La costruzione della grande ruota panoramica di George Ferris andò avanti speditamente. Aveva 36 cabine e in ognuna di esse c’erano 40 sedie girevoli, per consentire ai passeggeri di vedere il panorama intorno a loro. Ogni cabina poteva contenere al massimo 60 persone e la capacità complessiva era stata stimata in 2.160 posti. La ruota era alta 80,4 metri, molto più bassa dei 324 metri della Torre Eiffel, ma aveva comunque un grande volume. Era mossa da un potente motore a vapore e impiegava circa 20 minuti per compiere due giri. Durante il primo erano previste sei fermate per consentire ai passeggeri di uscire ed entrare nelle cabine.
La ruota panoramica di George Ferris divenne da subito la principale attrazione della Fiera. Aprì nell’estate del 1893 e continuò a funzionare fino alla fine di ottobre. Nei mesi seguenti fu smantellata e ricostruita in una zona periferica di Chicago dove vi rimase fino al 1903. Poi fu smantellata e trasferita in treno fino a St. Louis per la Fiera Mondiale del 1904. Due anni dopo fu completamente demolita e i metalli con cui era stata costruita furono riciclati.
Quella di Chicago costruita da George Ferris è considerata la prima ruota panoramica della storia. Nel mondo anglosassone, ci si riferisce a queste strutture chiamandole “ruote di Ferris” (“Ferris wheels”), dal nome del loro ideatore. Negli anni seguenti alla Fiera di Chicago, furono costruite diverse altre grandi ruote panoramiche in giro per il mondo e in diverse capitali europee come Londra, Parigi e Vienna. La Riesenrad viennese è alta 65 metri ed è tutt’ora esistente.

Nel 1905 venne eretta a Londra la Great Wheel, una ruota panoramica alta 94 metri costruita sul modello della Ferris wheel di Chicago. Progettata da due ingegneri australiani, Adam Gaddelin e Gareth Watson, rimase in funzione fino al termine del 1906, trasportando in totale 2,5 milioni di persone; fu demolita nel 1907.

Già nel 1896 era stata costruita a Vienna la Riesenrad, una ruota panoramica alta 65 metri tuttora esistente e in funzione. Era stata progettata dall'ingegnere inglese Walter Basset al fine di offrire un panorama sulla capitale austroungarica.

La Grande Ruota panoramica di Vienna è situata nel Prater, un'antica riserva di caccia imperiale che fu aperta al pubblico sotto l'imperatore Giuseppe II nel 1766. Quando l'imperatore decise di rendere accessibile il Prater al popolo, gli aristocratici di Vienna si misero a protestare dicendo che desideravano restare tra i propri pari durante le loro passeggiate. Giuseppe II allora gli rispose: "Signori! Se io voglio restare sempre tra i miei pari, dovrei passeggiare nella cripta imperiale!". Il Prater divenne rapidamente popolare tra gli abitanti di Vienna ed entro breve tempo si sviluppò in mezzo al parco il "Wurstelprater", il lunapark che esiste ancor'oggi e di cui l'attrazione principale è la Grande Ruota Panoramica.

La Grande Ruota Panoramica di Vienna fu eretta nel 1897 in occasione del cinquantenario di regno di Francesco Giuseppe dagli ingegneri inglesi Walter Basset e Harry Hitchins. Basset rimase proprietario della Grande Ruota del Prater finchè fu espropriato nel 1916 - durante la Prima guerra mondiale - a causa della sua cittadinanza di un paese nemico. In quel momento, il magistrato di Vienna decise di far smantellare la Grande Ruota, ed è solo perchè non si trovarono fondi a sufficenza per toglierla che la Grande Ruota di Vienna esiste ancora! Dopo la fine della Prima guerra, l'uomo d'affari ebreo Eduard Steiner acquistò la Grande Ruota del Prater ad un'asta. Eduard Steiner fu espropriato nel 1938 dai nazisti e ucciso nel campo di concentramento di Auschwitz nel 1944. Nello stesso anno, la Grande Ruota prese fuoco e crollò. Tra il 1945 ed il 1947 fu ricostruita la Grande Ruota di Vienna, equipaggiata di soli quindici dei suoi trenta vagoncini originali.



Oggi, la Grande Ruota panoramica di Vienna offre ai suoi ospiti la possibilità di godere da un'altezza di 65 metri una meravigliosa vista sulla città durante il giro panoramico sulla Grande Ruota. Inoltre, si possono affittare i vagoni della Grande Ruota di Vienna per feste, matrimoni ed altri eventi, volendo anche in combinazione con ristorazione eventi a bordo della Grande Ruota panoramica.
In occasione dell'esposizione universale del 1900 di Parigi fu edificata la Grande Roue, una ruota panoramica alta 100 metri dotata di 40 cabine. Rimase in funzione fino al 1937, anno in cui venne demolita.

In seguito furono edificate moltissime strutture di questo tipo, prevalentemente in parchi di divertimento o luna-parks. La sola ditta degli ingegneri australiani Gaddelin e Watson, che costruirono la Grande Roue di Parigi, ne realizzò oltre 200.

La più alta ruota panoramica è attualmente la High Roller Observation Wheel, completata in marzo del 2013, che raggiunge i 167,5 metri. È destinata però a perdere presto questo primato, in quanto sono in costruzione tre ruote più alte: una di 208 metri a Pechino, una di 175 metri a Berlino e una di 185 metri a Dubai.

La ruota panoramica è una struttura circolare metallica a cui è inserito un numero variabile di cabine. Tale opera, mossa da una forza meccanica, girando permette alle persone all'interno delle vetture di salire in altezza, compiendo uno o più giri completi, a seconda delle dimensioni della struttura. Nelle ruote giganti fisse una corsa consiste in genere in un unico giro, della durata di diversi minuti, mentre le molto più piccole ruote mobili dei luna park viaggianti offrono ai clienti spesso 5 o 6 giri consecutivi. Le vetture non sono ancorate alla ruota per mezzo di connessioni rigide, bensì tramite perni che permettono loro di rimanere sempre in posizione verticale durante tutto il giro, evitandone il capovolgimento.

Le vetture possono avere dimensioni e forma estremamente varie. Il tipo più diffuso consiste in una sorta di cabina, coperta da una tettoia e aperta sui quattro lati, ma esistono anche vetture a pianta circolare, che possono ruotare sul proprio asse in modo da permettere agli occupanti di ammirare ancora meglio il panorama, nonché vetture scoperte, più tipiche delle ruote di dimensioni minori, o al contrario totalmente chiuse e vetrate, come nella maggior parte delle ruote giganti fisse.

A seconda del tipo di meccanismo utilizzato per il loro movimento, le ruote panoramiche possono essere distinte in ruote panoramiche a propulsione periferica e ruote panoramiche a propulsione centrale.

Le ruote panoramiche a propulsione periferica sono le prime ad essere state inventate e ancor oggi la maggior parte delle ruote esistenti appartiene a questa categoria. La loro propulsione è dovuta all'azione di alcune ruote, spesso simili a ruote d'auto e dotate di pneumatici, le quali, mosse da un motore che può essere elettrico oppure idraulico, agiscono per attrito su di una cerchiatura perimetrale della grande ruota, cui trasmettono il movimento. Tutte le ruote più grandi, compreso il London Eye, appartengono a questa tipologia.

Le ruote panoramiche a propulsione centrale sono invece dotate di un motore elettrico montato in corrispondenza del perno intorno al quale avviene il movimento della ruota. Questo tipo di motore è meno efficiente per ruote panoramiche di grandi dimensioni, in quanto lo spreco di energia è maggiore a causa della lunghezza delle leve costituite dai raggi della ruota. Per questo motivo, a questa categoria appartengono ruote di dimensioni piccole e medie. Le ruote panoramiche per bambini, che spesso hanno solo 5 o 6 vetture e non hanno cerchiatura perimetrale, spesso hanno una propulsione di questo tipo.




Abbiamo creato un SITO
per Leggere Le Imago
Poni una Domanda
e Premi il Bottone il
Sito Scegliera' una Risposta a Random
Tra le Carte che Compongono il Mazzo
BUON DIVERTIMENTO
gratis

PER TABLET E PC

LE IMAGO
.

 ANCHE

PER CELLULARE


NON SI SCARICA NIENTE
TUTTO GRATIS


DOMANDA
CLIK
E
RISPOSTA

FAI VOLARE LA FANTASIA 
NON FARTI RUBARE IL TEMPO
 I TUOI SOGNI DIVENTANO REALTA'
 OGNI DESIDERIO SARA' REALIZZATO 
IL TUO FUTURO E' ADESSO .
 MUNDIMAGO
http://www.mundimago.org/
.

.

Comentários

Postagens mais visitadas deste blog

La Psicologia Del LATO B

BLOG DI CIPIRI: L'origine del mondo

RICORDANDO MICHAEL JACKSON