IL BOWLING



Per trovare le prime tracce di questo sport, che oggi annovera circa 95 milioni di appassionati in più di novanta paesi nel mondo, bisogna tornare indietro fino all’antica civiltà Egiziana. Nel 1930 l’archeologo inglese Sir Flinders Petrie scoprì, all’interno di una tomba egizia risalente al 5200 A.C., oggetti, la cui forma faceva pensare ai birilli e alle bocce da Bowling.
Naturalmente tale ritrovamento fece subito ipotizzare l’esistenza, già ai tempi della civiltà egizia, di un gioco simile al moderno Bowling. Tale ipotesi è stata avvalorata, in seguito, dall’importante scoperta fatta da un’equipe di archeologi dell’università di Pisa. I ricercatori italiani, durante uno scavo sul sito greco-romano di Narmouthis (100 Km dal Cairo), hanno riportato alla luce quella che possiamo considerare la progenitrice delle moderne piste da Bowling. All’epoca il divertimento si teneva all’aperto su di un pavimento realizzato con mattoni di limo, il fango fertilizzante del Nilo. I ricercatori sono giunti alla conclusione che su di esso si praticava un gioco simile al Bowling dopo aver scoperto che una specie di solco non molto largo che finisce in un buco con un diametro di circa 12 cm. Il tutto risale ad un’epoca compresa tra il III e il II secolo A.C.
Un’altra scoperta fu il gioco polinesiano conosciuto col nome di “Ula Maika”, che comprendeva l’uso di strane bocce di pietra, dalla forma ellittica, che venivano scagliate su di un prato (come il moderno bowling su prato), per colpire bersagli simili a birilli posti a una distanza di 60 piedi (18 m), che corrisponde, guarda caso, alla lunghezza delle moderne piste da Bowling. Più tardi abbiamo la testimonianza di una particolare cerimonia spirituale che si svolgeva in Germania nel quarto secolo A.C. Durante questo rito, un bastone a forma di birillo, chiamato “Kegel”, era posto in piedi all’estremità di una corsia che assomigliava alla pista del moderno bowling. Il “Kegel” era un oggetto che rappresentava l’heide, cioè il pagano, e tutti i presenti cercavano di farlo cadere facendogli rotolare contro una pietra; solo chi riusciva a buttarlo giù aveva il diritto di presentarsi davanti al sacerdote che presiedeva la cerimonia per essere purificato dai peccati.
Col passare del tempo alla pietra si sostituì una sfera di legno, che divenne anche più grande. Il gioco fu introdotto alle masse dai monaci tedeschi e in breve tempo da cerimonia religiosa si trasformò in un passatempo che attirava un numero sempre maggiore di persone. Gli storici tedeschi affermano che nel1300, in alcune parti della Germania si giocava con 3 birilli, mentre in altre anche con più di 15. Persino Martin Lutero fu affascinato da questo gioco, sappiamo infatti che durante la sua vita partecipò alle discussioni riguardanti il numero di birilli da abbattere (che egli stabilì nella quantità di 9), e che costruì una pista da bowling anche nella sua abitazione.
Nelle cronache antiche troviamo molti riferimenti al gioco del bowling; una di loro descrive una grande festa tenuta a Francoforte nel 1.463, durante la quale una cena a base di cacciagione fu seguita da una partita di bowling. Abbiamo anche annotazioni del 1.325 che ponevano un tetto massimo di cinque scellini per le scommesse nelle partite di bowling disputate nel territorio tedesco.
Nel 1.518 la città di Breslavia (che oggi porta il nome di Wroclaw) premiava con un bue il vincitore di una gara di bowling. Tra il 15° e il 17° secolo il gioco si diffuse anche nei Paesi Bassi, in Austria e in Svizzera. Le superfici di gioco erano fatte essiccare al sole fino a raggiungere una durezza tale da farle assomigliare al cemento. Quando le piste furono costruite al chiuso o ricoperte da tettoie, esse vennero costruite in legno. Il primo tetto sopra una pista fu costruito a Londra nel 1.455 e segnò l'inizio del bowling inteso come sport da potersi praticare con ogni condizione meteorologica ed a tutte le ore del giorno e della notte.
In Inghilterra il bowling appare, molto probabilmente, intorno all’anno 1000 e subito riscuote un grande successo, tanto che, in un editto del 1366, il re Eduardo III ne vieta la pratica alle sue truppe, in quanto riteneva che il gioco distogliesse l’attenzione dei soldati dall’addestramento militare. In seguito, nel 1511, anche il re Enrico VIII bandì il bowling definendolo un “gioco d’azzardo vizioso”. Tuttavia, nonostante i veti posti dalle autorità regali, l’interesse per il gioco negli anni successivi non diminuì affatto, anzi crebbe a dismisura soprattutto negli ambienti nobiliari dove il bowling divenne una sorta di status symbol. Si narra che il condottiero inglese Sir Frances Drake procrastinò un attacco alla “Invencible Armada” spagnola nel 1855 (poi sconfitta), perché era impegnato in una partita di bowling che voleva assolutamente portare a termine.
Il bowling a 10 birilli è uno sport molto praticato specialmente in America che trova anche in Europa molti estimatori e campioni.

Il gioco consiste nell'abbattere il maggior numero di birilli, su un totale di 10, con una boccia dal peso variabile (da un minimo di 6 fino ad un massimo di 16 libbre, che corrispondono a circa 7 kg) provvista di tre fori nei quali va infilato il pollice e solo l'ultima falange del medio e dell'anulare

La corretta tecnica di lancio prevede che il tiro venga effettuato poggiando la boccia sul palmo della mano rivolta verso l'alto, il gomito inclinato di 90° all'altezza del fianco e tenendo l'avambraccio teso e il polso dritto. La posizione di partenza è a gambe unite. Il gioco si svolge su una pista appositamente costruita in legno o materiale sintetico e delimitata da due "canali" (gutters), profondi non meno di 8,89 cm; vanno utilizzate scarpe con suole particolari (in pelle naturale o scamosciata) che aiutano a scivolare fino al bordo della zona di lancio della pista (detta approache), dove la boccia viene lanciata e percorre la sua traiettoria fino ai birilli. La pista viene debitamente oliata con un particolare lubrificante che, oltre a proteggere la pista stessa, consente lo scivolamento della boccia.

La partita si gioca in un numero libero di giocatori (nel caso di gioco amatoriale; mentre in competizione la partita avviene di norma testa a testa tra giocatori o squadre di giocatori), sulla distanza dei dieci turni. Ogni turno di gioco può prevedere due situazioni: o l'abbattimento di tutti i birilli (in questo caso il termine usato è strike), oppure l'abbattimento parziale degli stessi (in questo caso si ha diritto a un tiro supplementare per cercare di colpire i birilli rimanenti, e se ciò avviene il termine usato è spare).

Il punteggio massimo raggiungibile è 300, totale dato dalla somma di 12 strike consecutivi (1 strike ad ogni turno per i primi 9 turni, detti frame, 3 strike per l'ultimo frame). Quando alla fine del decimo turno si ottiene uno spare si ha diritto a un ulteriore singolo tiro aggiuntivo; nel caso in cui, sempre al turno conclusivo, il risultato del tiro sia uno strike, i tiri aggiuntivi diventano due.



Una partita di bowling è composta da 10 frame (frazioni) per ognuna delle quali si hanno a disposizione 2 tiri per cercare di abbattere tutti i birilli. Il punteggio viene annotato in una apposita scheda con 10 caselle principali, una per ogni turno di gioco e normalmente si possono incontrare queste situazioni:

1º caso - è il più semplice: se non vengono abbattuti tutti i birilli nei due tiri a disposizione, si procede semplicemente alla somma aritmetica dei birilli abbattuti nei due turni del frame e si continua.
2º caso si sono abbattuti tutti e 10 i birilli al secondo tiro, cioè si è fatto uno spare (indicato solitamente con il segno "/"). In questo caso il punteggio del frame è di 10 punti più il punteggio del tiro successivo (cioè il primo del frame seguente).
Ad esempio, se nel primo frame si esegue uno spare, e col primo tiro del frame seguente si abbattono 6 birilli, i punti da segnare nella casella del primo frame saranno 16 (10+6). Il punteggio massimo ottenibile con uno spare è quindi 20, nel caso in cui vengano abbattuti tutti e 10 i birilli nel tiro successivo.

3º caso
si sono abbattuti tutti i birilli al primo tiro, ovvero si è fatto uno strike (indicato solitamente con il segno "X"). Lo strike vale 10 punti più il punteggio dei i due tiri successivi. In questo caso non viene effettuato il secondo tiro (di riserva). Ad esempio, se nel primo frame si fa strike, e nei due tiri seguenti vengono abbattuti rispettivamente 7 e 2 birilli, il punteggio del primo frame sarà 19 (10+7+2). Il punteggio massimo ottenibile con uno strike è quindi 30, nel caso vengano abbattuti 10 birilli anche nei 2 tiri successivi (cioè si siano fatti 3 strike di fila, il cosiddetto "turkey").

Se nell'ultimo frame della partita viene effettuato uno spare o uno strike, si effettua uno o due tiri addizionali per permettere il calcolo del punteggio del frame, dato che, come si è visto, il punteggio in questi casi deve tener conto dei tiri successivi. Nel caso si sia fatto strike, i tiri addizionali saranno due, mentre per lo spare si effettuerà solo un altro tiro.

La pista da bowling si divide principalmente in quattro parti:

zona di lancio (Approach)- (4,58 m la sua lunghezza minima), è la zona dove il giocatore prende la rincorsa per il lancio della boccia.
la pista (Lane)- (18,30 m di lunghezza dalla linea di fallo al centro dello spot del birillo 1, tolleranza 13 mm), è la parte dove la boccia corre fino ad impattare coi birilli.
piano dei birilli (Pin Deck) - (86,8 cm), è la zona dove i birilli stessi vengono posizionati.
canali (Gutters), sono le parti di pista che annullano il tiro.
La costruzione della pista prevede una precisione assoluta: non deve presentare alcuna imperfezione e deve essere larga 106 cm, tolleranza 1/2 pollice (13 mm). Essa è costituita di 39 listelli; all'altezza della zona di lancio sono inoltre impressi 7 pallini in linea retta, che indicano sommariamente una zona di rilascio della boccia, e più avanti 7 frecce a scalare, che indicano i punti di mira. Il legno usato per costruire sia la zona di lancio che la pista è di due tipi differenti: uno proveniente dal Canada chiamato "acero bianco", capace con la sua elasticità di sopportare i forti impatti delle bocce e l'altro dalla Florida. Lo spessore della pista di legno è notevole, circa 6 cm, che progressivamente si riducono a causa del millimetro circa che viene consumato durante le periodiche levigature.
La pista, se in legno, viene ricoperta da lacca (a base solvente, nella zona lancio, a base acqua nell'approach) e deve essere sottoposta a periodica manutenzione (levigatura e successiva rilaccatura), generalmente ogni triennio, per evitare il deterioramento della superficie e, quindi, il peggiorare della qualità del tiro.
Per proteggere lacca e legno, viene eseguito il "condizionamento", ovvero la pista viene lavata, asciugata e ricoperta da olio, progettato specificamente, più o meno viscoso. Esistono macchinari appositi che spruzzano detergente, aspirano il liquido, asciugano con un rullo di carta contenuto internamente ed infine depositano uno strato di olio, più o meno spesso, a seconda del programma.
Il "condizionamento" è l'argomento più spinoso nello sport bowling ed è oggetto di discussioni tra i praticanti dello sport. Chi si limita a giocare a bowling spesso ignora che le piste siano oliate e, quindi, scivolose oltre la linea di fallo. Ci sono vari tipi di condizionamento:

Per principianti: Cerata al centro e non ai lati. In questo modo la boccia (tirata ovviamente come lo sport prevede, quindi facendola girare) se sta per uscire prende più aderenza, e, a meno che il tiro non sia proprio fatto male, la boccia recupera un po' di pista prendendo il giro e tornando verso il centro.
Lunga: In questo caso la pista è tutta cerata. Oltre ad essere cerata tutta, la cera arriva fino a un paio di piedi dai birilli, rendendo difficile utilizzare il giro, inoltre, nonostante da lontano non sia visibile, dopo un numero discreto di tiri la pista perde della cera dove la boccia è passata con più frequenza, rendendo imprevedibile alcune volte il comportamento della boccia se ci va a transitare sopra.
Corta: In questo caso, al contrario di quella lunga, l'olio viene dato fino a qualche metro prima dei birilli, rendendo possibile effettuare tiri col giro, molto spettacolari magari, ma pur sempre difficili!
Tra la zona di lancio e la pista è segnata una riga denominata linea di fallo che se toccata o superata durante il tiro, provoca l'annullamento del tiro stesso, considerandolo uno zero nel punteggio. Nel caso il tiro annullato sia il primo del proprio turno di gioco è tuttavia effettuabile il secondo che, anche se portasse all'abbattimento di tutti i birilli, verrà considerato spare. Però, se si scavalca linea di tiro con la boccia ancora attaccata alla mano, non vi è fallo. In questo caso si ritira. Se la boccia entra in canale, e poi rientra in pista, il tiro è nullo comunque.

Il birillo è la parte principale del gioco in quanto è l'oggetto da colpire. Un particolare di non poco conto è che, nonostante la sua forma particolare, se in materiale sintetico, deve essere costruito con un solo pezzo di materiale plastico, mentre birilli più "tradizionali" vengono costruiti col nucleo in acero duro canadese ("Maple") usando più listelli e con l'esterno in materiale sintetico; è anch'esso oggetto di una rigida regolamentazione in quanto deve essere approvato dalla Federazione statunitense dell'ABC. Il suo peso è compreso tra 1,531 e 1,644 kg ed è stato aumentato nel minimo di 4 once (113 g) nel luglio 1995.

La boccia è l'oggetto con il quale si cerca di abbattere il maggior numero di birilli; anch'essa è oggetto di regole ben precise: non può superare le 16 libbre (circa 7,26 kg) e non possono essere presenti parti mobili al suo interno; le moderne bocce possono però avere dei nuclei "decentrati", che accentuano l'effetto e aiutano il giocatore a influire sull'effetto dato alla boccia nella corsa verso i birilli.

La boccia per un giocatore di bowling professionista nasce senza forature; deve infatti essere costruita su misura, sia per quanto concerne l'ampiezza dei fori (e per la distanza tra di loro), sia per il peso, in quanto ogni giocatore affina un proprio stile di tiro.

Ci sono due tipi principali di bocce:

Primo tiro: Questa è la boccia con cui si cerca di fare strike, o con cui si fanno tiri che si avvicinano al primo tiro, o che necessitano il giro (che aumenta la penetrazione fra i birilli, come 3 di fila, senza giri probabilmente non cadranno solo 2). Questo tipo di boccia ha un nucleo spesso decentrato, o almeno ovale, differente a seconda che il giocatore sia destro o mancino. Inoltre vi sono due tipi di bocce da primo tiro. Una è per un gioco più lineare, quindi il decentramento sarà meno accentuato e l'asse della boccia non sarà molto variato. L'altra è una boccia per un gioco diagonale, che richiede più giro, quindi l'asse è spostato e la boccia gira con più facilità. Entrambi questi tipi di bocce hanno una buona presa sulla pista, nonostante un condizionamento particolare potrebbe vanificare (a volte quasi del tutto) un determinato tipo di gioco.
Spare: è una boccia liscia, spesso e volentieri molto più leggera della prima, dato che il suo compito è raggiungere i birilli rimasti con precisione, non necessitando quindi né di giro, né di penetrazione, che richiedono più massa e sforzo da parte del giocatore. Le bocce da spare sono totalmente di plastica.

Il bowling a 9 birilli (Nine-pin bowling) è un gioco di bowling praticato in Europa e in misura limitata nelle zone rurali del Texas. Campionati europei si svolgono ogni anno. Oltre 90.000 iscritti sono in squadre in Germania, spesso giocato nelle Bundeskegelbahn (piste da bowling) si pratica in quasi tutte le città tedesche. In Europa, nel complesso, ci sono circa 120.000 giocatori. Austria, Svizzera, Serbia, Slovenia, Croazia, Ungheria e il Liechtenstein sono altri paesi in cui il bowling a 9 birilli è praticato. La sua popolarità in Germania è tale che fu introdotto come sport dimostrativo ai Giochi mondiali di Duisburg 2005, senza tuttavia avere seguito nell'edizione successiva.

Brooklyn: è un tipo di tiro, un giocatore destro solitamente colpisce diagonalmente i birilli 1-3, il tiro Brooklyn consiste nel colpire l'1-2, con una diagonale anormale.
Spare: 10 birilli in due tiri.
Strike: il tiro più ambito, 10 birilli al primo tiro.
Double: 2 strike di fila.
Turkey: 3 strike di fila. Quando prima e dopo i 3 strike c'è uno spare, viene anche chiamato Turkey sandwich
Clover (Four-Bagger o Hambone): 4 Strike di fila.
Cranker: giocatore che fa rotolare la boccia con elevato pendolo del braccio ed alta rotazione della boccia. Alto impatto a spese della precisione
Stoker: giocatore che privilegia equilibrio sull'approccio e sulla precisione. Movimenti aggraziati, velocità di sgancio e rotazioni non elevate. È chiamato "stile classico".
Cornice: il turno, deriva dal modo in cui convenzionalmente viene visualizzato il punteggio, in una corince appunto. Consiste quindi di 2 tiri, o 1 in caso di strike.
Split ("separazione"): è una sistemazione dei birilli. Dopo aver effettuato il primo tiro se i birilli rimasti in piedi non sono adiacenti, si dice che è stato effettuato uno split; il più difficile split da abbattere è il (7-10) "Occhi di serpente". Gli altri split si chiamano: "Micro split" (più comuni 2-7 o 3-10), "grande quattro" (4-6-7-10), "Chiesa greca" (4-6-7-8-10 o 4-6-7-9-10) e "fit-in split" (più comuni 4-5 o 5-6), "Lily" (5-7-10).
Canale: quando in un turno, ovvero con due tiri, non si riesce ad abbattere nemmeno un birillo.



Il Bowling è una disciplina sportiva molto diffusa soprattutto in America, dove, alla fine del 19° secolo fu istituito l’ABC (American Bowling Congress), che ancora oggi è l’organo di riferimento per le varie associazioni sparse in tutto il mondo. In Europa il gioco trova molti estimatori e campioni, anche se qui il Bowling a livello agonistico si è sviluppato in maniera massiccia solo dopo gli anni ‘60. Ciò che noi oggi chiamiamo comunemente con il nome di Bowling è la versione del gioco a 10 birilli (Tenpin Bowling), sviluppata in America e introdotta in Europa, con la relativa regolamentazione, durante la Seconda Guerra Mondiale dai soldati americani impegnati nel vecchio continente.
Il gioco consiste nel far cadere il maggior numero di birilli, su un totale di dieci, facendo rotolare contro di essi una boccia provvista di tre fori nei quali vanno infilati il dito pollice, il medio e l’anulare.

Il gioco del Bowling richiede agilità e abilità. La maggior parte delle persone gioca per puro divertimento, ma ci sono anche coloro che praticano questo sport a livello agonistico. Questo spiega il perché di tanta attenzione nel momento in cui si devono scegliere le attrezzature che si adattino alle caratteristiche di ogni singolo giocatore. Apparentemente il gioco sembra piuttosto semplice, ma giocare per divertirsi è molto diverso dal gareggiare contro persone esperte e preparate, ciò richiede impegno e allenamento.
La corretta tecnica di lancio prevede che il tiro venga effettuato poggiando la boccia sul palmo della mano rivolto verso l'alto, il gomito deve essere inclinato di 90° all'altezza del fianco, l'avambraccio teso e il polso dritto. La posizione di partenza è a gambe unite. Naturalmente ci sono innumerevoli tecniche di gioco.
Ogni giocatore professionista ha una tecnica del tutto personale, capace di esaltare il proprio lancio e frutto di anni di esperienza e allenamenti. Un giocatore esperto, riesce ad eseguire dei lanci con una rotazione particolare, che permette alla boccia di raggiungere i birilli con una traiettoria non rettilinea, ma curva. L'angolo di curvatura, che nel gergo tecnico è chiamato gancio, è legato al movimento che il giocatore imprime alla boccia al momento del lancio con il polso. In questo modo la boccia si infrange in maniera più efficace sui birilli, aumentando il suo raggio d’azione.
I giocatori amatoriali, non avendo sviluppato tecniche personali e elaborate, lanciano la boccia impugnandola cercando di seguire le indicazioni base. Il modo corretto prevede alcuni semplici accorgimenti:
la mano che non effettua il lancio, sostiene il peso della boccia, e contribuisce a mantenere il corpo in equilibrio. Il palmo di questa mano deve essere rivolto verso l'alto.
la mano con cui si lancia, impugna la boccia inserendo il pollice, il medio e l'anulare, nelle apposite forature.
le spalle vanno sempre tenute parallele alla linea di lancio mentre il braccio che effettua il lancio deve rimanere perpendicolare.
Prima di andare avanti con altre utili nozioni basilari, sarebbe utile precisare un concetto che molte volte sfugge ai giocatori principianti. La boccia non va “tirata”, bensì si deve far “rotolare”.
In America, il verbo “to throw a ball” (tirare) è bandito dalle sale da bowling, dove viene usata solo l’espressione “to roll a ball” (far rotolare). I termini tiro o lancio, di conseguenza, sottintendono il rotolamento della palla sulla pista.
Per ottenere buoni risultati bisogna tenere presente che, durante la fase del rilascio della boccia, il pollice deve uscire dal foro prima delle altre due dita, il palmo continua ad essere rivolto verso l’alto, e, nel momento di sgancio deve chiudersi a pugno. Al contrario di quanto si possa credere, l'elemento chiave per un buon tiro non è la potenza ma la precisione. Il consiglio è quello di non forzare mai un tiro, in quanto non è assolutamente necessario tirare forte, l’importante è accompagnare la boccia nella giusta direzione. Tutto dipende dalla correttezza e dall’armonia con cui si effettua la procedura di lancio.
Bisogna cercare di colpire il birillo centrale, il numero 1, lateralmente, ovvero da un lato verso il birillo numero 2 o numero 3. Se si colpisce il birillo 1 centralmente è molto probabile che rimangano in piedi i birilli 7 e 10 dando luogo ad una situazione di Split in queste condizioni è molto difficile riuscire ad abbattere tutti e 10 i birilli all'interno del frame.

La rincorsa che precede il lancio non deve essere né troppo veloce, né troppo lenta. Se il movimento di preparazione al tiro avviene troppo rapidamente è molto facile che il giocatore oltrepassi la linea di fallo, oppure può verificarsi un rilascio prematuro della boccia; invece, un movimento troppo lento genera uno scarso controllo della boccia, la quale quasi sicuramente prenderà una direzione sbagliata. Inoltre il movimento del braccio che lancia la boccia deve essere un tutt’uno con la rincorsa, se i due movimenti non sono in armonia tra di loro il tiro risulterà sbilenco.
Per giocare a bowling bisogna essere sufficientemente concentrati e fare un po' di esercizi di stretching per allungare e distendere i muscoli. Avere un comportamento rispettoso nei confronti della concentrazione altrui è la norma fondamentale che regola tutti gli sport, e il Bowling non fa eccezione. Di seguito alcuni consigli che potranno migliorare non solo il vostro modo di giocare, ma soprattutto il vostro modo di interagire con gli altri giocatori.
Il gioco del bowling necessita di estrema concentrazione e quindi, per quanto possibile, è utile estraniarsi da ogni tipo di distrazione e seguire solo la traiettoria della boccia e l'impatto che ha sui birilli.
Pur rimanendo concentrati sul proprio gioco, bisogna anche dimostrarsi sensibili al gioco del collega, ed usare le consuete regole di cortesia.
Ogni tiro è una storia a sé. Non bisogna mai ripensare all’errore fatto nel tiro precedente, ma concentrarsi ad abbattere i birilli sul tiro che state facendo.
Rimanere con gli occhi fissi sul tiro appena effettuato fino a che la boccia non raggiunge i birilli. Serve a vedere la reazione  della boccia sulla pista e l'impatto che essa ha sui birilli. Questo è utilissimo per valutare eventuali correzioni da apportare al tiro successivo.
Ogni pista è diversa dall'altra. Costruite con materiale vivo (il legno), le piste si “muovono”, sono soggette alle condizioni di temperatura e umidità, risultando più o meno veloci. Le piste in sintetico sono più costanti, ma possono comunque essere discontinue per difetti nella struttura dell'immobile o difetti di montaggio.
Se si vuol praticare il bowling come disciplina sportiva bisogna allenarsi. Se invece vogliamo solo divertirci, rechiamoci alla sala da bowling più vicina e buon divertimento.



Abbiamo creato un SITO
per Leggere Le Imago
Poni una Domanda
e Premi il Bottone il
Sito Scegliera' una Risposta a Random
Tra le Carte che Compongono il Mazzo
BUON DIVERTIMENTO
gratis

PER TABLET E PC

LE IMAGO
.

 ANCHE

PER CELLULARE


NON SI SCARICA NIENTE
TUTTO GRATIS


DOMANDA
CLIK
E
RISPOSTA

FAI VOLARE LA FANTASIA 
NON FARTI RUBARE IL TEMPO
 I TUOI SOGNI DIVENTANO REALTA'
 OGNI DESIDERIO SARA' REALIZZATO 
IL TUO FUTURO E' ADESSO .
 MUNDIMAGO
http://www.mundimago.org/
.

.

Comentários

Postagens mais visitadas deste blog

La Psicologia Del LATO B

BLOG DI CIPIRI: L'origine del mondo

RICORDANDO MICHAEL JACKSON