I GIOCHI DI MANO



Per i bambini è naturale giocare con le mani, in tutte le culture esistono giochi e filastrocche che i bambini eseguono muovendo ritmicamente le dita nei modi più diversi e fantasiosi.
Recenti studi scientifici sul movimento delle dita, stanno confermando la sua influenza sullo sviluppo mentale del bambino.
Si è infatti riscontrato che la ripetizione per un certo periodo di un esercizio di movimento delle dita,  produce un allargamento dell’area corticale motoria del cervello, creando nuovi circuiti stabili.

Sin dalla più tenera età si dovrebbero insegnare e sollecitare nei bambini i gesti e i giochi con le mani al fine di rendere le loro dita agili e veloci, con la consapevolezza di rendere allo stesso tempo agile e vivace la loro mente.

."Il pollice cade nell'acqua, l'indice lo tira su, il medio lo asciuga, l'anulare gli fa la pappa e il mignolo la mangia tutta!"
Una delle filastrocche più conosciute da fare con il tuo bambino. Per lui è un gioco molto divertente, ma in realtà è molto più di un gioco. Con questo tipo di esercizi, senza saperlo, i genitori allenano da tantissimo tempo la lingua e l’intelligenza del loro bambino. Alcuni scienziati hanno infatti scoperto che lo sviluppo del patrimonio linguistico dei piccoli inizia quando la mobilità fine delle dita ha raggiunto un sufficiente livello di sviluppo.



I centri di controllo della destrezza con le dita e quelli della lingua nel cervello sono molto vicini e intimamente collegati. Fare giochi con le dita dunque è molto importante: i genitori che lo fanno regolarmente accelerano lo sviluppo del centro linguistico di circa due mesi e mezzo.
Con questo tipo di esercizi, senza saperlo, i genitori allenano da tantissimo tempo la lingua e l’intelligenza del loro bambino.
Anche la sensazione ricevuta attraverso le estremità delle dita gioca un ruolo importante nello sviluppo dell’intelligenza. I piccoli imparano più velocemente i nomi delle cose se riescono ad afferrare l’oggetto con le mani rispetto a quando lo vedono e basta. Anche noi adulti lo conosciamo questo impulso a conoscere con le mani: ci prudono le dita quando siamo interessati a qualcosa e vogliamo afferrarlo. E poi non ci stanchiamo mai di toccare, tirare, accarezzare e impastare.



Comentários

Postagens mais visitadas deste blog

La Psicologia Del LATO B

BLOG DI CIPIRI: L'origine del mondo

CORPI DIPINTI: Vajazzling : Vagine Decorate con gli Swarovski